Autore Topic: Signoraggio 2.0: la magia delle carte specchio (con eliminazione del contante)  (Letto 51 volte)

BrunoAlessandroBertini

  • Iscritti
  • Full Member
  • *
  • Post: 107
    • Mostra profilo
Tanti conoscono la truffa del signoraggio bancario fatto con i soldi contanti, ma oggi si profila una nuova truffa contabile ancor più sfacciata.
Col denaro contante la banca svolge una funzione tutto sommato lineare: prende soldi e presta soldi (siano pezzi di carta o monete).
Il signoraggio classico prevede la creazione di soldi virtuali (inesistenti nella realtà) tramite gli interessi.
In pratica se io creo un nuovo valore in interessi senza creare nuovo contante posso star certo che quel nuovo valore non sarà mai possibile ripagarlo.
Oggi che siamo in presenza del fenomeno sei soldi dematerializzati questo concetto sta per essere portato all'estremo.
Vorrei provare a spiegarlo il più semplicemente possibile, quindi nel mio esempio vi riporto nel medioevo, senza tecnologia, nella speranza di farvi capire quanto è assurdo l'utilizzo di carte e cartine o altre monete virtuali.
Al centro della truffa c'è sempre una banca.
Io ho 10 monete d'oro e le deposito in banca.
La banca non mi dà nessun interesse.
Già qui si potrebbe capire che qualcosa non va: perché dovrei metterli in banca se questa non mi garantisce alcun interesse?
Semplice: il sistema bancario ha creato una serie di servizi che solo le banche possono fare coi tuoi soldi.
Tu hai 10 monete ma non le puoi usare per tutto quel che vuoi: alcune cose le fa solo la banca.
Ma non contenta di questo, la banca ti chiede anche una commissione ogni volta che le fa.
Quindi se hai 10 monete d'oro in banca ogni volta che lei le spende per te devi portare alla banca una moneta d'argento.
Questo noi non lo vediamo perché è tutto elettronico ma se fossimo nel medioevo dovremmo proprio fare così: andare dal banchiere e dirgli che vogliamo comprare un paio di scarpe, lui le va a comprare ma prima di darcele ci chiede una moneta d'argento.
Vogliamo pensare a una situazione ancora più assurda?
Bene, noi abbiamo 10 monete d'oro.
Per depositarle in banca dobbiamo pagare una moneta d'oro.
Tutte le volte che depositi contanti in banca devi pagare.
Quindi anche quando gli porti la moneta d'argento la stessa cosa: paghi una penale.
Un contadino medioevale capirebbe che è meglio non depositare nulla in banca.
Noi no, noi non vediamo tutte queste perdite di denaro, vengono fatte in modo silenzioso e invisibile, tanto che per noi potrebbe sembrare giusto pagare per depositare i nostri soldi in banca e pagare commissioni per usarli, il tutto senza avere alcun interesse in cambio.
Ma fino qui è tutto normale, siamo noi che accettiamo senza pensarci e ci facciamo derubare consapevolmente.
Il signoraggio 2.0 è ben altra cosa.
Io porto in banca le mie 10 monete d'oro e ne ho in cambio una pietra magica.
Quanto vale questa pietra magica?
Nulla, oppure un milione di monete.
E' la banca a stabilirlo.
E ovviamente se deposito 10 monete quella pietra varrà 10 monete (tralasciando le commissioni e gli altri balzelli).
Ora con la mia pietra magica posso andare dal calzolaio e comprare delle scarpe.
Anche il calzolaio ha la sua pietra magica, che vale quello che dice la banca.
Basta metterle a contatto e magicamente il pagamento è fatto.
Sembra comodo.
Tutti hanno una pietra magica: ci sono un milione di motivi per averla e poi... è magica!
Ma i miei contanti che fine hanno fatto?
Li posso riavere se riconsegno la mia pietra alla banca?
Certo che sì: la banca non li usa per i prestiti.
La banca presta direttamente le pietre magiche.
Per essere ancora più chiaro:
- Io dò alla banca 10 monete d'oro > la banca mi dà una pietra che vale 10 monete.
- Luigi va in banca e chiede 10 monete d'oro in prestito > la banca dà a Luigi una pietra da 10 monete.
Lo può fare perché ha come garanzia le mie 10 monete.
-Franco va e chiede altre 10 monete in prestito alla banca > la banca dà una pietra da 10 monete.
Lo può fare perché ha come garanzia il credito verso Luigi.
Ma se luigi non ripaga il debito?
Nessun problema: la banca non ha consegnato a Luigi 10 monete ma solo una pietra che... puff... in un attimo non vale più nulla.
Le 10 monete non escono mai dalla banca che può prestarle un numero infinito di volte (con interesse).
L'unico creditore sono io e quando andrò a chiedere le mie 10 monete in banca le banca le avrà certamente.
Probabilmente non me le ridarà, perché non potranno essere più spese in un sistema fatto di sassi magici, ma è impossibile che la banca  perda il valore dei contanti depositati.
Li può prestare un miliardo di volte senza rischiare nulla.
In pratica con le sue pietre può creare un valore tendenzialmente infinito senza indebitarsi.
Vi ricorda qualcosa?
No vero? Gli stati sovrani non possono creare valore in valuta potenzialmente infinito senza indebitarsi.
Lo possono fare solo le banche, perché nei forzieri hanno i contanti, gentilmente garantiti dagli Stati colonia con i loro beni.
L'uso di moneta elettronica gestita dalle banche darà a queste ultime il potere di creare tutta la valuta che vogliono.
Se ci pensate, quando una banca vi dà una carta di credito che vale 100€ dovrebbe distruggere fisicamente 100€ che state depositando.
Se è vero che puoi usare la carta esattamente come fosse contante devi distruggere il contante equivalente depositato.
Altrimenti duplichi il valore.
Quando una banca ti presta 100€ dovrebbe egualmente distruggere una banconota da 100€.
Se non ha una banconota da distruggere la banca non dovrebbe poter prestare soldi.
Purtroppo questa corrispondenza non c'è.
La banca riempie l'economia di denaro virtuale, che fa capo a un numero molto più ridotto di contanti.
La parte ancora più assurda?
In una economia in cui si scambiano esclusivamente debiti riciclati lo Stato non può scambiare direttamente i suoi.
I famosi Minibot.
La banca ti può caricare la carta coi crediti che vanta nei confronti di altri, ma non accetta che tu la possa ripagare con crediti che vanti con lo stato.
Questo a dimostrazione che il sistema finanziario è totalmente nelle mani delle banche.

Dino Caliman

  • Iscritti
  • Newbie
  • *
  • Post: 10
    • Mostra profilo
Re:Signoraggio 2.0: la magia delle carte specchio (con eliminazione del contante)
« Risposta #1 il: Ottobre 10, 2019, 02:26:15 pm »
Questo è il condizionamento che il nostro Stato subisce dal sistema bancario. Ti rendi conto dell'immane lavoro di comunicazione/aggregazione delle individualità sovrane riconosciute dalla costituzione solo come popolo? Tutto per evitare uno scontro fisico ed uscire da questa acclarata schiavitù? Noi a differenza dei Francesi che lo hanno innescato solo per non subire gli aumenti del carburante, dobbiamo utilizzare il sistema democratico del voto -in questo caso unanime per legalmente esercitare anche solo la sovranità monetaria -. Con il nuovo governo, ridiscutere tutti i trattati EU- Espressione di un partito non costretto dalla retorica politica attuale in essere, costringe un partito come la lega a doversi difendere , sostenere una campagna politica per le europee, il cui costo determinato dalle classiche modalità, li costringe a cercar di lucrare in Russia. Ti rendi conto che per sottrarci a questa abitudine, dobbiamo partecipare permanentemente tutti alla vita di questo nostro partito? Non sarà tempo perso i ritorni li potremo assaporare vivendo in una dimensione diversa dall'attuale. Bastano le singole energie proprie, volte alla unione di scopo.