Forum del Partito Sovranità Popolare

Forum Pubblico => Discussioni generali => Topic aperto da: Antonietta Basile - Agosto 02, 2022, 11:30:30 am

Titolo: Il mondo che verrà
Inserito da: Antonietta Basile - Agosto 02, 2022, 11:30:30 am
Dipende solo da noi!
Si dice che il mondo sia stato rivoluzionato da folli e visionari, forse perché le idee di alcune persone nel periodo in cui hanno vissuto alla maggior parte della gente sembravano tali. Prendiamo i fratelli Wright, avremmo oggi l’aereo se non fosse stato per loro? Forse si, magari ci avrebbe pensato qualcun altro, ma di questo non vi è certezza. Quello che è certo e che follia e visone da soli non bastano, ci vuole coraggio. Il coraggio di realizzare quelle folli visioni anche quando si ha tutto e tutti contro, tendando e ritentando fino al raggiungimento dello scopo. Il coraggio di perseguire l’obiettivo con costanza, impegno, dedizione, lungimiranza.
Quindi, di cosa abbiamo bisogno oggi per uscire da questa situazione?
Di tanti coraggiosi folli e visionari.
Titolo: Re:Il mondo che verrà
Inserito da: BrunoAlessandroBertini - Agosto 11, 2022, 10:44:36 am
Un pizzico di follia serve sempre, ma che sia giusto quel pizzico che sta alla base del coraggio e supportata da un gran lavoro tecnico e di sperimentazione.
Titolo: Re:Il mondo che verrà
Inserito da: Antonietta Basile - Settembre 01, 2022, 10:02:34 pm
Un pizzico di follia serve sempre, ma che sia giusto quel pizzico che sta alla base del coraggio e supportata da un gran lavoro tecnico e di sperimentazione.


In questo caso vuol dire pensare in modo diverso, alternativo, fuori dagli schemi e perché no....anche insolito
Titolo: Re:Il mondo che verrà
Inserito da: Antonietta Basile - Settembre 04, 2022, 02:52:35 pm
Molto di quello che c'è è talmente marcio da essere irrecuperabile, quindi va buttato. Allo stesso tempo bisogna creare qualcosa di nuovo, diverso e migliore ma per farlo occorre quanto detto, ovvero, dei coraggiosi folli visionari.
Titolo: Re:Il mondo che verrà
Inserito da: Orazio di Bella - Settembre 21, 2022, 05:32:23 pm
Mah!

Per voi cosa sono i folli visonari?
Personaggi come Krishnamurti che si costruiscono come guru?
O vi riferite alle idee, visioni, argomenti e paradigmi che producono, e che sono indipendenti dalla loro persona?

Io nei dieci anni dai quali mi interessa e mi occupo di politica ho sentito centinaia di persone, e mi sono cimentato con le proposte che fanno.
In generale, al principio faccio un casino di domande, perché voglio capire bene quale soluzione propongono.
Poi faccio domande su aspetti controversi, poco chiari o poco elaborati delle loro proposte. Non insisto. Se non sanno rispondere li lascio stare.
Questa è la situazione nella quale sono rimasto col Federalismo, il Sorteggio e la Democrazia Diretta.
Ma anche con L'Assemblea Costituente, il Resistendum, o altre proposte.
Quando faccio critica, sono molto chiaro su cosa mi sembrano i punti deboli, o dove secondo me ci sono buchi.

Non so se conoscete Pietro Muni (morto l'anno scorso). Muni senza dubbio non mi ha capito, ma mi ha chiesto diverse cose, e mi ha fatto comprendere, che specializzarti solo sul pedale su cui mettere il piede per uscire da un inghippo non basta. Devi anche sviluppare almeno in grezzo, come muoversi dopo quel pedale. Chi ti asolta in generale questo lavoro non lo fa, e non ti trova convincente. Si aspetta che con una proposta presenti una guida integrale, e non una stampella.

Sono molto lontano da quello che mi ero proposto sedici anni fa e cominciato dieci anni fa. Allora non immaginavo, che avrei montato un paradigma e una ricetta completa (anche se non dettagliata).

Sto vedendo i candidati e partitini anti-sistema che competono per seggi.
Nego a ciascuno di essi categoricamente, che siano anti-sistema! Sono senza dubbio aspiranti a Casta. Visioni non ne hanno, e strategia ancora meno.
Avere eletti sarebbe una scorciatoia, ma non sono indispensabili. Basterebbe che gente comune come noi cominciasse a confrontarsi con domande "fondamentali" e trovasse risposta.

Vi lascio una di queste domande:
Potete provarmi, che si vota in una democrazia rappresentativa?
Se siete d'accordo che non lo è, cosa cacchio parliamo di elezioni?
Se non lo è, sapete dare prove che non lo è?

Che c'entra col green pass, le armi all'Ucraina ... spero lo riusciate a intuire!

PS. Sembra che gli astensionisti siano più ricettivi e svegli sul tema della democrazia! Ho visto molte volte novax darsi le pacche sulle spalle affermando, di essere la salvezza dell'umanità. Probabilmente saranno gli astensionisti quelli che spingeranno l'umanità verso la democrazia!