Autore Topic: PSD2, SULLA DIRETTIVA EUROPEA  (Letto 872 volte)

Luigi Intorcia

  • Administrator
  • Full Member
  • *****
  • Post: 226
    • Mostra profilo
PSD2, SULLA DIRETTIVA EUROPEA
« il: Maggio 09, 2020, 12:24:13 pm »

PSD2: cos’è e come funziona la nuova normativa europea che apre le porte all’Open Banking
La PSD2 è la nuova normativa europea riguardante i pagamenti online. Entrata in vigore dal 13 Gennaio 2018, la direttiva PSD2 risponde al bisogno di regolamentare le transazioni digitali che stanno subendo un’incessante sviluppo negli ultimi anni.
Nel giro di pochi anni il settore dei pagamenti ha subito un’evoluzione rapida e significativa: secondo un’indagine svolta dall’Osservatorio Mobile Payment del Politecnico di Milano le transazioni digitali hanno registrato una crescita pari a circa il 50%. È proprio all’interno di questo panorama innovativo che l’Europa ha preso la decisione di regolamentare con una nuova normativa, la PSD2, il mondo dei nuovi pagamenti digitali.

La PSD2 non è la prima normativa riguardo al mondo dei pagamenti online emanata in Europa, infatti, nel 2009 era stata introdotta la direttiva PSD per regolamentare i pagamenti all’interno dell’UE. A causa dello sviluppo di nuovi sistemi di pagamento digitali, la Commissione Europea ha recentemente deciso di revisionare la normativa esistente. Nasce così la nuova PSD2, legge entrata in vigore il 13 Gennaio 2018 che dovrebbe divenire obbligatoriamente operativa dal 14 Settembre 2019 a partire dai nuovi sistemi di autenticazione SCA e 3DS 2.0. Gli obiettivi della PSD2 sono chiari: conformarsi alle transazioni innovative, aumentare la protezione e la sicurezza degli utenti e favorire il nuovo modello finanziario “Open Banking” basato su un livello di competitività maggiore.

 Ultimi aggiornamenti, proroga PSD2:
l’ultimo comunicato ufficiale della Banca d’Italia, reso pubblico il giorno 1 Agosto 2019, rivede le tempistiche della normativa approfittando di una opportunità concessa dall’Associazione Bancaria Europea (EBA). “In considerazione della complessità degli adeguamenti, particolarmente rilevanti nel campo dei pagamenti online con carta, e della necessità di un coinvolgimento attivo degli utenti, il 21 giugno scorso la European Banking Authority (EBA) ha riconosciuto alle autorità nazionali la possibilità di concedere ulteriore tempo, rispetto al 14 settembre, per consentire il completamento degli interventi e l’adozione dei nuovi strumenti di autenticazione da parte di tutti i clienti, con esclusivo riferimento alla suddetta categoria di pagamenti”, così Bankitalia comunica la propria decisione a livello ufficiale. Infatti, l’applicazione delle norme di autenticazione forte per i pagamenti online (Strong Customer Authentication) – che dovevano essere attuate dal 14 Settembre – viene rimandata a data da definirsi. Quali le motivazioni? Gli aggiornamenti nel sistema finanziario sono considerati particolarmente complessi. Si pensa che un cambiamento graduale possa ridurre notevolmente i rischi di mal funzionamento dei servizi di pagamento.

PSD2 cos’è e cosa comporta
La Payment Services Directive 2, meglio nota con l’acronimo PSD2, è la seconda normativa emanata dalla Commissione Europea relativa ai servizi di pagamento. Entrata in vigore il 13 Gennaio 2018, la nuova direttiva si pone l’obiettivo primario di rendere più sicura e conveniente la gestione dei pagamenti in Europa.

Sul fronte sicurezza dei pagamenti online la PSD2 porterà importanti novità: a partire dal 14 Settembre 2019 (con la proroga di Agosto da una data successiva da definire) tutte le piattaforme e-commerce dovranno implementare nelle proprie procedure di pagamento nuovi sistemi di autenticazione innovativi quali 3DS 2.0 e SCA. Tutte le transazioni che non rispetteranno i nuovi requisiti di sicurezza potranno, infatti, essere rifiutate dalla banca dell’acquirente. Strong Customer Authentication (SCA) e 3DS 2.0 sono procedure di sicurezza innovative in grado di garantire al cliente totale sicurezza. Infatti, con la PSD2, ogni consumatore potrà effettuare pagamenti o accedere alle proprie informazioni bancarie senza dover temere frodi o violazioni della privacy.

La vera caratteristica innovativa della PSD2 è l’aumento della concorrenza nel settore finanziario. Banche e Poste Italiane dovranno obbligatoriamente condividere le informazioni relative ai propri clienti con terze parti autorizzate (Third Party Provider – TTP). La PSD2 aprirà senza dubbio il mercato finanziario a nuovi operatori. Il settore e-commerce, per esempio, riceverà enormi benefici dalla nuova normativa. Infatti, implementando nel proprio store anche una fase di pagamento completa, si potrà offrire al consumatore un’esperienza ottimale.

PSD2 significato: perché l’UE l’ha introdotta? Gli obiettivi sono molteplici: offrire più protezione e sicurezza ai clienti in ambito pagamenti digitali mediante nuovi metodi di autenticazione, creare un modello Open Banking tramite la condivisione di dati con terze parti autorizzate e ottimizzare la customer experience semplificando i processi di transazione digitali.

PSD2 Banking: chi sono i nuovi player finanziari?
Come già anticipato, una delle novità più rivoluzionarie introdotte dalla normativa PSD2 riguarda la possibilità da parte di Terze Parti autorizzate di avere accesso ai dati bancari degli utenti. In altre parole i titolari di un conto online hanno la possibilità di effettuare pagamenti o accedere alle proprie informazioni private attraverso servizi autorizzati non bancari.

Per poter utilizzare i servizi prestati dai nuovi player, i cosiddetti Third Party Providers, è l’utente stesso a doverne autorizzare l’accesso. Il segnale di autorizzazione è trasmesso alla Banca del cliente mediante meccanismi rinforzati di sicurezza. Infatti, l’European Banking Authority (EBA) ha reso obbligatoria la redazione di un registro elettronico pubblico nel quale verranno elencati tutti i TTP autorizzati ad operare servizi di pagamento in UE in ambito PSD2. In questo modo ogni consumatore potrà verificare se il Player Finanziario da autorizzare è presente nel registro. Così facendo si avrà la sicurezza di fornire l’accesso ai propri dati bancari e alle operazioni di pagamento esclusivamente ad enti certificati ed effettivamente approvati a livello normativo.
« Ultima modifica: Maggio 09, 2020, 12:57:35 pm da Luigi Intorcia »
cari amici, questo è un forum di Sovranità Popolare, se ti vuoi iscrivere, segui le istruzioni, se  ci mettiamo la faccia, metticela anche te! Non potranno essere iscritti anonimi con login non riconoscibili associate a mail incerte
segui a questo link  https://sovranitapopolare.net
Luigi Intorcia

Luigi Intorcia

  • Administrator
  • Full Member
  • *****
  • Post: 226
    • Mostra profilo
Re:PSD2, SULLA DIRETTIVA EUROPEA
« Risposta #1 il: Maggio 09, 2020, 12:25:26 pm »
Ma chi sono i TTP? Scopriamo quali sono i nuovi player del mercato finanziario:

PISP – Payment Initiation Service Provider
Servizi che fungono da tramite tra l’utente che deve avviare un pagamento e il suo stesso conto online. I PISP entrano in azione durante l’avvio di una transazione per conto dell’utente a favore di un terzo beneficiario. In altre parole, attraverso l’utilizzo di un software intermediario, i PISP permettono di effettuare un pagamento online dal proprio conto ad un venditore. Il funzionamento è semplice: il cliente, durante la procedura di pagamento, deve inserire le informazioni richieste per il trasferimento di denaro online. Di seguito l’utente dovrà informare il commerciante dell’avvenuta inizializzazione della procedura di pagamento. Mediante questo semplice procedimento è possibile trasferire somme di denaro senza l’utilizzo di carte di credito e di intermediari bancari.

AISP – Account Information Service Provider
Servizi messi a disposizione dei titolari di un conto online: attraverso dahsboard specifiche, il cliente potrà ottenere informazioni complete riguardo ai propri conti. Gli AISP sono più semplicemente servizi in grado di reperire informazioni bancarie collegandosi ai conti dei clienti. Mediante gli AISP i clienti potranno monitorare i propri investimenti, analizzare i propri comportamenti di spesa e pianificare ogni investimento finanziario mediante un’unica dashboard.

CISP – Card Initiation Service Payment
I CISP sono emittenti di modalità di pagamento basate su carta diversi dalla Banca del cliente. Il CISP è uno strumento in grado di chiedere verifiche di disponibilità di denaro all’interno della carta prima di avviare una transazione. La risposta che il CISP riceve dalla banca può essere affermativa o negativa: sarà affermativa esclusivamente quando la disponibilità di denaro sulla carta sarà sufficiente per effettuare la transazione richiesta.

 

Cosa cambierà con la PSD2?
La PSD2 porta con sé 5 miglioramenti importanti nel settore finanziario:

Open Banking
Come già spiegato in precedenza, il cambiamento più importante e innovativo apportato dalla normativa PSD2 riguarda senza dubbio la creazione di un sistema bancario aperto. Le banche, condividendo i dati dei propri clienti con i TTP, renderanno il mercato finanziario più concorrenziale e moderno. I clienti trarranno importanti benefici da questa riforma: gestire le proprie finanze e avviare pagamenti richiederà, infatti, un dispendio di tempo inferiore.

Nuovi sistemi di sicurezza
La PSD2 affronta in modo totalmente innovativo il tema della sicurezza dei pagamenti online. Per far fronte all’aumento incessante dei rischi e delle truffe per i consumatori, la nuova normativa introduce due nuovi sistemi di autenticazione semplici e sicuri: 3DS 2.0 e SCA. Il sistema 3DS 2.0, evoluzione dell’attuale 3D Secure, e la Strong Customer Authentication (SCA) permetteranno di migliorare notevolmente la sicurezza delle transazioni online. Entrambe le misure di sicurezza dovranno obbligatoriamente essere adottate a partire dal 14 Settembre 2019.

Miglioramento dell’esperienza customer online
Uno dei cambiamenti più evidenti apportati dalla nuova normativa europea riguarda senza dubbio lo shopping online. Grazie alla condivisione di informazioni verso terze parti autorizzate, i commercianti e gli store online potranno implementare nelle proprie pagine web procedure di pagamento complete. La normativa europea apre le porte a nuovi protagonisti del settore finanziario: società FinTech e colossi e-commerce quali Amazon o Apple potranno gestire in modo completo i processi di pagamento dei propri utenti. La PSD2 consentirà quindi al settore e-commerce di ottimizzare l’esperienza consumer offrendo un servizio completo senza intermediari.

Gestione semplificata dei propri conti
Grazie alla PSD2, all’Open Banking e agli AISP sarà possibile visualizzare i propri conti all’interno di un’unica dashboard. Attualmente non è, infatti, possibile visualizzare i dati relativi al proprio conto se si possiedono due conti in Istituti separati. Con l’arrivo dell’Open Banking e dei servizi AISP sarà possibile analizzare le informazioni da un unico canale implementando i propri dati con nuovi strumenti in grado di analizzare il comportamento di spesa o le tendenze commerciali. Gli AISP mettono, infatti, a disposizione dei clienti nuove funzionalità con lo scopo di ottimizzare i propri finanziamenti e migliorare la gestione dei conti online.

Riduzione notevole dei costi per i consumatori
La PSD2 consentirà di ridurre notevolmente i costi dei pagamenti. Con l’arrivo della PSD2, infatti, le commissioni interbancarie non potranno essere superiori allo 0.2% del valore dell’operazione di pagamento con carta di debito. Per quanto riguarda i pagamenti con carta di credito le commissioni saranno limitate allo 0.3%. Verrà inoltre ridotta (da 150 Euro a 50 Euro) la franchigia del consumatore per regolare le spese attivate prima di un’eventuale denuncia di furto della carta di credito. I consumatori europei potranno quindi tratte evidenti vantaggi economici dalla nuova normativa PSD2 e ridurre le proprie responsabilità in caso di pagamenti non autorizzati.
cari amici, questo è un forum di Sovranità Popolare, se ti vuoi iscrivere, segui le istruzioni, se  ci mettiamo la faccia, metticela anche te! Non potranno essere iscritti anonimi con login non riconoscibili associate a mail incerte
segui a questo link  https://sovranitapopolare.net
Luigi Intorcia

Luigi Intorcia

  • Administrator
  • Full Member
  • *****
  • Post: 226
    • Mostra profilo
Re:PSD2, SULLA DIRETTIVA EUROPEA
« Risposta #2 il: Maggio 09, 2020, 12:56:21 pm »

Riduzione notevole dei costi per i consumatori
La PSD2 consentirà di ridurre notevolmente i costi dei pagamenti. Con l’arrivo della PSD2, infatti, le commissioni interbancarie non potranno essere superiori allo 0.2% del valore dell’operazione di pagamento con carta di debito. Per quanto riguarda i pagamenti con carta di credito le commissioni saranno limitate allo 0.3%. Verrà inoltre ridotta (da 150 Euro a 50 Euro) la franchigia del consumatore per regolare le spese attivate prima di un’eventuale denuncia di furto della carta di credito. I consumatori europei potranno quindi tratte evidenti vantaggi economici dalla nuova normativa PSD2 e ridurre le proprie responsabilità in caso di pagamenti non autorizzati.

Riduzione notevole dei costi per i consumatori?

B E N E   B E N E    B E N E  !!!

Ad una prima analisi, i consumatori dovrebbero  brindare e festeggiare, perchè giulivi e contenti, ricevono un ristoro dai loro consumi ( un premio se usano il pagamento elettronico ) , in realtà, il sistema PSD2 nasconde un secondo obiettivo, che è quello di approfittare degli scambi fra soggetti, da cui derivano i pagamenti elettronici, per convogliare la totalità della moneta oggetto di  scambio  all'interno di un mega affare che solo in Italia, vale sino a 21 miliardi di euro, con zero vantaggi ma che comporta inevitabilmente  un  aumento considerevole dei costi, in cui sono incapsulati i famosi cash back pari a quantità infinitesimali del volume transato.
Ma attenzione si parla di volume complessivo migliaia e migliaia di volte superiore a quello che fiscalmente produce reddito.
Infatti il reddito deriva sempre da ricavi meno costi. nel caso ad esempio di due soggetti imprenditori esiste una differenza solo se lo scambio ha delle differenze o positive o negative e quando esiste il differenziale esiste IVA da corrispondere per chi ha incrementato il valore del bene o del servizio che confluisce verso il consumatore finale.
 
In realtà, quel cash back altro non è, che un  componente del  costo aggiuntivo esistente all'interno del costo della commissione entrata / uscita  e nel rapporto dare / avere, 'per e  con' chiunque paghi, ( consumatore finale e impresa su impresa, soggetti che si  privano  per ordine impartito perentoriamente i, della moneta cartacea, con l'espediente della evasione fiscale, sotto pena di fortissime sanzioni e denunce penali.

[ si apra questo inciso però : in occasione della pandemia, di fatto non è esistita evasione fiscale, essendo palese un fermo produttivo, vigente da oltre 79 giorni in Italia, ma  da qui derivano stupidissimi report sui rating negativi ( opinioni ), sulle borse valori, prive di movimentazioni, l' azzeramento del fatturato  di interi comparti produttivi in Italia ( turismo ad esempio)  con miliardi e miliardi di danni procurati, ogni giorno.
E allora, ci si deve chiedere ovviamente se è considerabile ancora  evasione  quel reddito a nero di centinaia di migliaia di lavoratori ad esempio in agricoltura, in quanto  in Italia è matematicamente impossibile che si riesca a sopravvivere in questo comparto a causa dell'imposizione fiscale fuori controllo e dalla concorrenza spietata importata dalla balda Europa.

Manteniamoci però, alla sola agricoltura, che è risorsa di base di una economia in qualsiasi parte del mondo, ebbene, chi pontifica ideologicamente dell'evasione fiscale, in questo periodo,  ha stranamente  taciuto sui danni derivanti  da mancato reinvestimento della detta evasione, considerata necessaria ( necessaria anche sul pianeta Marte e Giove, quindi in ogni altro  paese europeo   e   che in Italia è valutata ( una terribile balla mondiale )  anche sino a 2 miliardi al giorno (cioè l' impatto da puro reinvestimento da evasione  ) procurato da qualche milione di lavoratori lasciati a pane e acqua (cioè a zero reddito ) e per questo bel motivo............ che   il pontefice dell'occorrenza si è come volatilizzato? O forse proprio perchè non ha più argomenti validi? Chissà per quale motivo ................]


Ovviamente tutto questo nasconde un limite, ovvero che si crea un secondo livello fra i player che gestiscono i suddetti pagamenti, ma che non è assolutamente detto che sia gestibile solo dalle amate  banche .

Da qui, per chi capirà ( saranno sempre in pochi ) significa che in ogni caso, è stato trovato un sistema alternativo di cash backkare i pagamenti fra due soggetti deviandolo  dal sistema bancario, che spaccia la maggiore sicurezza e la grandiosa esperienza online, ma che  invece costituisce  la classica cannuccia ( spacciata per una  trovata miracolosa  )  infilata in ogni braccio dei malcapitati, da cui si drena 'sangue vivo'.
Il punto su cui riflettere,  è che il recipiente da cui si drena sangue, se per pura ipotesi è un ulteriore recipiente, ma  che 'sparisce' in un istituto bancario.... ed ecco perchè le sanguisughe mamme ( ovvero le banche, hanno da tempo  fiutato l'affare miliardario ) .......................... o invece, sia un recipiente completamente diverso, ma  controllato da chi si fa infilzare la cannuccia nel braccio e  quel sangue drenato,  sia a vantaggio del 'sanguisugato e prosciugato' consumatore, che inizia a intervenire decidendo sul dove vanno quelle immani risorse, in cui al più e sin ora si può sentire solo  una vittima sistematicamente sacrificabile dal più forte, che impone regole di scambio assurde, quando invece, ha la possibilità di non solo controllare, ma avvantaggiarsene totalmente.

L'avidità di un sistema finanziario sofisticatissimo e immorale, si è come auto procurato un sistema deviante a sua volta e questo   sarà concretamente il primo passo per abbattere la speculazione finanziaria, in quanto un organismo controllato da fornitori e consumatori a loro volta hanno la possibilità di  controllare la deviazione dei flussi finanziari che ( ed questa la novità ) non muoiono esclusivamente con la moneta circuita, bensì con una ulteriore  moneta complementare aggiuntiva e che nessuna banca è nell'idea lontana di erogare a chi si serve ( obbligatoriamente  ) del suo servizio, tramutandosi in  un mega affaire unilaterale.
Siamo dunque arrivavi all'inizio  di una nuova epoca finanziaria in cui sono e saranno  i cittadini che dettano e detteranno  le regole del gioco se e solo se saranno incanalati nella deviazione etica e non più nel sistema speculativo che impone la moneta elettronica  e quindi  non più i sovra-sistemi creati artificialmente per spolparli in silenzio e senza colpo ferire, sino al midollo osseo.
La parte fiscale per gli speculatori, è  e sarà sistematicamente e  soltanto  uno stupido  incidente di percorso, in quanto  è altrettanto ovvio che quell'affaire da 21 miliardi di euro solo in Italia,  gestito con sistemi affaristici , produrrà inevitabilmente  zero imposte, perchè l'avido prende, ma non da nulla alla comunità, come sta avvenendo drammaticamente negli ultimi 35 anni.
Quindi è arrivato finalmente il momento di aprire quell'ombrello protettivo,  rendendo 'sistema' un  nuovo modello economico per la circuitazione endogena della ricchezza e redistribuirla in modo corretto per  eliminare quella fastidiosa  cannuccia che  drena sangue, infilzata senza che alcuno abbia mai chiesto di essere infilzato, nel braccio di imprenditori e di onesti cittadini.

Ad aggravare la situazione senza ombra di dubbio è stata la pandemia da covid-19, innanzi tutto con la questione UE diventata una accozzaglia di stati NEO  NAZIONAL SOCIALISTI (  in cui una ideologica politica di sinistra ci sta sguazzando da troppo tempo per procurare le peggiori devastazioni ) con la famosa trovata in Italia dei 600 euro, per non parlare dei 25 mila euro, mediante un espediente miserabile con il quale la politica di sinistra in Italia da sempre ideologicamente contraria all'imprenditore intravisto come evasore e sporco  ladro    ( e  non lo stato italiano, sia molto ben chiaro  ) è stata capace di mettere nelle tasche di sciagurati imprenditori, un pezzo del debito ( anche pubblico ) con un volgare giroconto    procurato da un fermo produttivo  imposto.

E cosa hanno fatto le banche in questa situazione? Una banca qualsiasi,  non guarda il colore politico, perchè  guarda esclusivamente al colore del danaro e basta e quindi , hanno semplicemente approfittato  acquisendo la garanzia della copertura fornita  dallo stato  di una quota   parte dei debiti contratti dagli imprenditori, rendendolo  garantito e certo il detto rimborso e solo per lo  'scomputo'  della differenza, di  quella parte  erogata all'imprenditore in ragione del reddito pregresso.
Va da sè, che  l'esposizione debitoria gli sia stata aumentata al  modico costo del quasi + 8% in media.

Nella logica di chi presta soldi e non lo fa mai gratuitamente, è esistito il più grande sciacallaggio economico della storia repubblicana degli ultimi 75 anni e il risultato nefasto è che le banche hanno nella pancia miliardi di euro pronte a prestarli, mentre le casse dello stato sono a zero, da cui causa e effetto deriva esattamente da questo meccanismo del sistema speculativo parossistico e il PSD2 tanto voluto dalla UE, è un tassello fondamentale da cui costruire una difesa concreta per il cittadino. Chiaramente occorre chi si vuole rimboccare le maniche e organizzare una poderosa macchina economica a difesa degli interessi dei cittadini, unico e reale scopo concretizzabile anche immediatamente.
 
A buon intenditor, poche parole
« Ultima modifica: Maggio 09, 2020, 04:42:30 pm da Luigi Intorcia »
cari amici, questo è un forum di Sovranità Popolare, se ti vuoi iscrivere, segui le istruzioni, se  ci mettiamo la faccia, metticela anche te! Non potranno essere iscritti anonimi con login non riconoscibili associate a mail incerte
segui a questo link  https://sovranitapopolare.net
Luigi Intorcia