Autore Topic: VIETATO ATTACCARE LE OPINIONI  (Letto 1085 volte)

Luigi Intorcia

  • Administrator
  • Full Member
  • *****
  • Post: 226
    • Mostra profilo
VIETATO ATTACCARE LE OPINIONI
« il: Aprile 25, 2020, 08:34:19 pm »
Chi scrive, sente l'esigenza irrefrenabile, non solo di riportare sempre e solo la verità, ma anche quella di porre all'attenzione di chi legge, il giusto grado di conoscenza di gravità inaudite, che da troppo tempo  passano sotto silenzio, per non procurare allarme e senso di impotenza per un intero popolo, mentre è vero il contrario.
Questo topic è dunque  la continuazione di cui a questo link: https://sovranitapopolare.net/forum/index.php?topic=258.msg960#msg960
in cui con dati reali, sono stati descritti dei cenni storici  semplificati di quella che è definita una vera e propria truffa finanziaria sia ai danni dell'Europa e sia  ai danni dell'Italia, per mancata e colpevole, informazione al cittadino.

Si premetta che informare su materie enormemente complesse, può destare l'interesse dei pochi che riescono a comprendere, ma è impossibile semplificare, senza tralasciare la gravità di quanto avviene anche in queste ore e bisogna denunciare.
Se siete pronti a leggere, avendone il coraggio che chiedo di avere, sino all'ultima parola scritta iniziamo:

nella notte del 24 aprile sulla rete  la7 intorno alle ore 2,30 veniva diffuso un film documentario sulla crisi del 2008 chiamato Inside Job che è visibile al seguente link: https://peertube.uno/videos/watch/128e16ec-e804-43c4-a1ee-ed56bf6379bd.

Trattasi di un documentario della durata di 1 ora e 38 minuti circa, esplosivo a dir poco per economisti e  tecnici finanziari in cui vengono riportati fatti  di  gravità inaudite, concernenti la cronistoria fedele della crisi del sub-prime avvenuta nel 2008 che è partita dagli Stati Uniti,  ma che quasi nessuno dei grandi economisti, anche italiani ha dichiarato o abbia  mai scritto, che è la causa principale della cancellazione della democrazia avvenuta in Italia nel 2011 ad oggi, quella che per essere chiari è la conseguenza principale  della catastrofe economica italiana in atto.

Verso la fine di quel documentario, esposto per capitoli, si arriva a quello finale che descrive e documenta   alla perfezione le responsabilità. Ovvero l'elenco dei cognomi e nomi dei responsabili scatenanti, dei responsabili subenti ( chi aveva il potere di contrasto e non lo ha esercitato  ), dei responsabili dei controlli ( estremamente più grave la loro posizione rispetto a quelle di tutti gli altri, in quanto non sono intervenuti colpevolmente,  se non alla fine, quando avevano ampiamente i mezzi per farlo   ovvero S.E.C. organismo di controllo finanziario ancora ed enormemente   più potente dell' F.B.I.  )  e infine, il ruolo che hanno avuto i manager, che hanno guadagnato fortune inimmaginabili  pagate anche con il sangue  da milioni di cittadini non solo americani, ma anche  nel mondo.

Ma quello che mi preme qui sottolineare, saltando tutti i fatti del racconto, sempre per evitare di cadere nella retorica inconcludente  e che non mi appartiene,  è la stretta commistione nel problema ancora più grande a monte,  è che sono  incontrovertibilmente fra i  peggiori fra i  reati della  criminale manipolazione dei mercati  da cui derivano ulteriori azioni e conseguenze  puramente aberranti  dalla prima all'ultima di esse.
Tagliando corto però,  gli atti criminali dalle corti supreme americane in fase giudicante, ( quindi prima erano stati classificati crimini! )  sono stati degradati a mere
O P I N I O N I

ed essendo tali, NON SONO PIÙ' CRIMINI, SE SONO  OPINIONI?

Queste opinioni intanto lo sono state alla fine e quindi dei non reati,  perchè in carcere in USA e nel mondo, dovevano andare a finire tutti i vertici federali USA nonché  i vertici finanziari americani e di tutti gli organismi di controllo. Una non pulizia e  non punizione esemplare mondiale che doveva e non fu esercitata, perchè dovevano  pagare  con il carcere TUTE LE AUTORITÀ' AMERICANE, DALLA PRIMA ALL'ULTIMA NON SE NE SALVAVA NESSUNA!

Veniamo al punto fondamentale: società di rating americane e ai contratti di consulenza statali.

Prima di tutto, chi li ha sottoscritti, ha dato la chiave previsionale economica in mani private, con spaventosi conflitti di interesse. Le società di rating controllano di fatto le economie e i valori dei debiti pubblici sovrani.

Nel documentario INSIDE JOBS, LA RESPONSABILITÀ  SCHIACCIANTE, è stata attribuita alla capacità di manipolazione finanziaria dei debiti dovuta alla vendita delle informazioni privilegiate da parte delle istituzioni stesse. Questa è una assurdità gravissima, in quanto l'occhio non è più aperto per dove si vuole che sia chiuso.
Le informazioni privilegiate degradate ad opinioni, furono rilasciate 24 ore della dichiarazione di fallimento della Lehman Brothers e la classificazione AAA dei suoi titoli, ovvero il massimo valore di solidità finanziaria, mentre ai manager era chiaro il fallimento ben 24 mesi prima, consentendo di far collocare  ai manager miliardi di stock option, prima che i titoli valessero zero. Si deve supporre che i manager abbiano ricattato le loro aziende, sino all'ultimo secondo utile e che il fallimento per bancarotta fraudolentissima  non poteva non essere più dichiarato?
Da qui ad arrivare alla truffa non sembra che esistano dubbi, ma alla beffa il danno che i suddetti manager siano state liquidate fortune dagli stessi che avevano l'obiettivo di far scaturire un fallimento.

Chi sono i responsabili se non coloro che avevano contratti miliardari per certificare i rating?
 
Nei gradi di giudizio delle corti supreme  federali, si nota con chiarezza la corruzione sin dove sia arrivata e del motivo per cui l'amministrazione degli USA decise in sole 48 ore di stampare 700 miliardi di dollari e di riaffidarli alle banche senza colpo ferire.

Altre pesanti immissioni di moneta avvenute dopo il 2009, hanno determinato lo sconvolgimento delle democrazie in altri stati a livello mondiale, dove in alcuni come ad esempio l'Italia si era miracolosamente salvata dalla crisi del 2008, con danni finanziari irrisori rispetto ai danni gravissimi causati alla Germania Inghilterra e Francia Olanda Irlanda e al Giappone, ma non alla Cina, alla Russia,  non al Brasile, non all' India  ad esempio. L'Italia ha rappresentato una anomalia incredibile fra i primi 8 stati industrializzati al mondo, perchè il diritto bancario italiano ( ma non i sistemi di vigilanza ) è nel complesso  eccellente rispetto al diritto bancario di altri stati, come ad esempio la Germania, che ha subito oltre  500 miliardi di euro di danni costituiti dai capitali investiti in  titoli spazzatura, collocati e gestiti direttamente negli USA e andati completamente azzerati.

fine prima parte



   
 

 
« Ultima modifica: Aprile 26, 2020, 07:06:35 pm da Luigi Intorcia »
cari amici, questo è un forum di Sovranità Popolare, se ti vuoi iscrivere, segui le istruzioni, se  ci mettiamo la faccia, metticela anche te! Non potranno essere iscritti anonimi con login non riconoscibili associate a mail incerte
segui a questo link  https://sovranitapopolare.net
Luigi Intorcia

Luigi Intorcia

  • Administrator
  • Full Member
  • *****
  • Post: 226
    • Mostra profilo
Re:VIETATO ATTACCARE LE OPINIONI
« Risposta #1 il: Aprile 26, 2020, 03:47:21 pm »
seconda parte:

Perché è stata distrutta la democrazia in Italia?
Per trovare le risposte bisogna purtroppo vedere quel documentario, perchè in quel documentario fanno dichiarazioni i vertici al mondo di istituzioni finanziarie internazionali.

Un esempio su tutti è Soros, Lagarde, Goldman ( che ha suoi uomini nel gabinetto del presidente della repubblica americana da oltre un secolo), FMI, Ocse, tutti i relativi presidenti, Moodys, Standard and Poors. Non ne manca uno, ma ad integrazione di legga qui: https://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/news/home/934204/i-giudici-da-s-p-un-pregiudizio-sull-italia-assolti-i-4-analisti.html

in cui si assolve Standard and Poors  PER NON AVER COMMESSO IL FATTO, ma solo per aver esercitato un pregiudizio contro la valutazione di affidabilità dei titoli del debito  sovrano italiano.

Si deve notare  preliminarmente che la valutazione di un tribunale italiano si uniforma all'alta corte federale degli Stati Uniti che declassificò lo stesso reato a mera 'OPINIONE' ( per altro lecita ).

Un cittadino italiano non deve giudicare l'operato della magistratura, le sentenze si rispettano? E di grazia se una associazione a delinquere pregiudica la valutazione dell'affidabilità dei valori di uno stato non sarebbe reato?
vediamo cosa indica la legge italiana tratto da : https://www.laleggepertutti.it/187848_reati-dopinione-cosa-sono

<I reati di opinione puniscono determinate forme di manifestazione del pensiero.

I reati sono quei fatti che l’ordinamento giuridico ritiene talmente gravi da doverli punire con una pena detentiva (reclusione o arresto) oppure con una pecuniaria (multa o ammenda). In altre parole, per questi fatti non è sufficiente la semplice sanzione amministrativa o civile, ma è necessario qualcosa di più: una punizione che possa allontanare l’autore del crimine e tutti gli altri consociati dalla possibilità di ripetere o imitare l’illecito.

La letteratura giuridica è solita distinguere i reati in tante diverse sottocategorie: non deve stupire, perciò, il fatto che spesso si senta parlare di reato omissivo, abituale, permanente, presupposto, ostativo, di pericolo, ecc. Tra queste distinzioni, ve n’è una di non semplice intuizione: si tratta dei cosiddetti reati d’opinione. Cosa sono? Quali sono i più importanti? Cerchiamo di spiegarlo in modo semplice. 
Reati d’opinione e libertà di pensiero
Come anticipato, la Costituzione tutela il diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero. In Italia, perciò, tutti i cittadini possono esternare liberamente convinzioni, idee e opinioni di qualsiasi tipo (politiche, ideologiche, religiose ecc.). Si tratta di una libertà fondamentale, propria di ogni Paese democratico.

Questo, però, non significa che ognuno possa dire ciò che gli pare e piace senza alcun freno. Ogni libertà è tale solo se ha dei limiti. Si pensi a chi offenda pubblicamente una persona, oppure la accusi ingiustamente di un reato: nel primo caso si tratterebbe di diffamazione , nel secondo di calunnia, entrambe punite dal codice penale.

Reati d’opinione: quali sono i più importanti?
Abbiamo detto che i reati di opinione sono quelli che condannano alcune manifestazioni del pensiero. Vediamo brevemente quali sono i più importanti.

Reati d’opinione e delitti contro la personalità dello Stato
Si tratta di reati che offendono la personalità dello Stato, cioè di condotte che ledono il decoro e il prestigio della Repubblica italiana oppure mettono a repentaglio la sua stessa esistenza. Classico esempio di reato d’opinione era, prima che venisse abrogato, quello di propaganda e apologia sovversiva o antinazionale, che puniva chiunque facesse propaganda per l’instaurazione violenta della dittatura di una classe sociale sulle altre, o per la soppressione violenta di una classe sociale o, comunque, per il sovvertimento violento degli ordinamenti economici o sociali costituiti nello Stato, ovvero facesse propaganda per la distruzione di ogni ordinamento politico e giuridico della società.

Un altro delitto che appartiene ai reati d’opinione è quello di vilipendio della Repubblica, delle istituzioni costituzionali e delle forze armate, il quale punisce chiunque pubblicamente vilipende (cioè offende) la Repubblica, il Parlamento, il Governo, la Corte costituzionale o l’ordine giudiziario.


Reati d’opinione e delitti di apologia
Accanto ai reati d’opinione appena visti ve ne sono altri che, pur non offendendo la personalità dello Stato, posseggono ugualmente una carica lesiva: si tratta di quelli che istigano alla commissione di reati e che, pertanto, rappresentano un pericolo per l’ordine pubblico. Anche in questo caso, quindi, la libertà di manifestazione del pensiero si scontra con l’esigenza di tutelare la sicurezza della società.

Esempi di questa categoria di reati d’opinione sono i delitti di istigazione a delinquere  e di istigazione a disobbedire alle leggi . In parole semplici, si tratta di reati che puniscono la semplice istigazione a compiere uno o più crimini, anche senza che questi vengano poi concretamente commessi. Alla stessa pena soggiace chi fa pubblica apologia di delitti: per apologia si intende un discorso a difesa o esaltazione di un determinato fatto.

Rientra in quest’ultima fattispecie anche il reato di istigazione o apologia di genocidio (su questo reato specifico si legga anche l’articolo Elogio di Hitler: non è apologia di genocidio), per il quale è addirittura prevista una pena massima di dodici anni di reclusione.

Altra ipotesi di reato d’opinione è quella di apologia del fascismo, che punisce chiunque pubblicamente esalti esponenti, principi, fatti o metodi del fascismo, oppure le sue finalità antidemocratiche Reati d’opinione e libertà di pensiero>
cari amici, questo è un forum di Sovranità Popolare, se ti vuoi iscrivere, segui le istruzioni, se  ci mettiamo la faccia, metticela anche te! Non potranno essere iscritti anonimi con login non riconoscibili associate a mail incerte
segui a questo link  https://sovranitapopolare.net
Luigi Intorcia

Luigi Intorcia

  • Administrator
  • Full Member
  • *****
  • Post: 226
    • Mostra profilo
Re:VIETATO ATTACCARE LE OPINIONI
« Risposta #2 il: Aprile 26, 2020, 04:58:33 pm »
parte terza

La legge non ammette ignoranza, o la ammette per il forte? Da quanto sopra, è esattamente così, in quanto chi sa di compiere un reato conosce alla perfezione entro quale limite estremo deve mantenersi, per NON COMPIERE il detto reato, perchè conosce alla perfezione chi giudica i reati.

E qui finalmente si apre il baratro.

Se uno stato affida la valutazione del suo debito perchè ha interesse a rendere pubblica la sua solidità nell'onorare impegni finanziari verso terzi, per quale motivo, non è valutato prima  se è o non sarà un reato, il pregiudizio che sarà arrecato se questa attività è  affidata ad entità esterne, ma che sono completamente inaffidabili? Chi di noi andrebbe a depositare la chiave di casa sua dal più grande e famigerato ladro sulla faccia della terra?
Ma ancora prima, di questo assunto logico,  viene il chi si assume l'onere  della decisione dell'affidare tale delicato compito e che nasconde obbligatoriamente  una superiore valutazione nella scelta di chi deve esercitare decisioni in base l'operato dell'entità terza, che potrebbe far defluire in una completa  mancanza di responsabilità generale, solo perchè alla fine l'entità terza esprime UNA OPINIONE che un giudice declassa a NON REATO!
Se non è reato l'espressione di un pregiudizio come si può affidare la sua espressione a chi non ha la responsabilità di ciò che afferma? Tanto vale affidarlo tale compito ad un ubriaco che è incapace di intendere e volere?
 

Il baratro diventa ancora più abissale, se le attività di controllo, siano conseguenti al parere dell'entità terza che sarebbe come affidare questo incarico ad una vedetta che scruta l'orizzonte da una montagna e vede prima l'avanzare delle truppe avversarie oppure ha un privilegio nell'osservazione delle decisioni, da cui scaturiscono INFORMAZIONI SENSIBILI DI SCORTA ed essendo privilegiato le pregiudica prima che avvengano?

Si deve concludere che è stata affidata una poltrona privilegiata di osservazione agli stessi che sapevano delle informazioni sensibili  e se le sono vendute a peso di miliardi di dollari agli stessi che dovevano controllare e che non lo hanno assolutamente fatto,   in accordo  con i manager che ricattavano le aziende,  in cui erano supremi decisori  ingaggiati per prendere esattamente queste  decisioni cruciali.
O al meno , almeno per contrastare l'ondata di letame che li stava sommergendo, ma neppure quello hanno fatto o perché se ne sono semplicemente  disinteressati e hanno avuto il tempo per  cedere le loro stock option prima che perdessero il valore, imbrogliando milioni di risparmiatori al mondo intero.
Come se non bastasse , hanno ricevuto liquidazioni pagate anche un miliardo di dollari ( per quelli conosciuti ) a TESTA


« Ultima modifica: Aprile 27, 2020, 07:30:13 pm da Luigi Intorcia »
cari amici, questo è un forum di Sovranità Popolare, se ti vuoi iscrivere, segui le istruzioni, se  ci mettiamo la faccia, metticela anche te! Non potranno essere iscritti anonimi con login non riconoscibili associate a mail incerte
segui a questo link  https://sovranitapopolare.net
Luigi Intorcia

Luigi Intorcia

  • Administrator
  • Full Member
  • *****
  • Post: 226
    • Mostra profilo
Re:VIETATO ATTACCARE LE OPINIONI
« Risposta #3 il: Aprile 27, 2020, 07:53:01 pm »
parte quarta:

Leggendo l'ultimo periodo della precedente terza parte, chi vi scrive, vuole focalizzare l'attenzione esattamente sulla certezza che affidare per contratto, ad una entità esterna, per  la valutazione del grado di solvibilità del suo debito sovrano, in presenza di tutte le criticità che sono CONOSCIUTE, è una vera e propria pazzia e quindi  si deve concludere che lo stato Italiano, non deve mai più affidare la valutazione del rating del suo debito sovrano, essendo una mera  revisione ( non certificata o asseverata, se lo fosse infatti esiste la responsabilità del revisore e qui non esiste ) della qualità del debito che viene operata attraverso la classe del rating,  appunto perchè chi revisiona fornisca un giudizio quanto più neutrale sia  e siccome è neutrale rispetto all'interesse di chi  pone la valutazione, è automaticamente BUONO?

Si vuole confutare esattamente questo assunto, perchè in quel debito sovrano, esiste di fatto  tutto ciò che ha operato lo stato italiano in 75 anni di vita repubblicana democratica.

Lo Stato Italiano essendo ente supremo,  non può e non deve mai giustificare ai terzi ( anche i creditori ) quanto abbia o non abbia operato in 75 anni  o non può affidare le chiavi della sua casa a dei  creditori che hanno una quota    insignificante del suo debito. Non può e non deve cedere il diritto ad entità terza che intende esercitare il potere di  dettare la linea democratica e  poi la linea politica,  se e solo se  la medesima linea,  sia  confacente solo all'intendimento dei creditori.

In altri termini, carissimi lettori, si sta descrivendo il meccanismo perverso racchiuso del M.E.S. e della pericolosità del medesimo strumento, che soggiace a valutazioni una volta  di Moodys o un' altra volta di Standard and Poors, ma che al più fanno constatazioni ( pareri e opinioni non amichevoli,  bensì ostili ) che determinano la stortura dello spread.
Senza alcun dubbio è una vera e propria truffa perpetrata senza colpo ferire da chi nella UE ha tutto l'interesse a vedersi finanziato il suo debito a zero costi, mandando in super valutazione il rating degli  altrui debiti sovrani attraverso pratiche criminali, molto ben conosciute!

Inutile descrivere che l'unica nazione in UE,  che ha tutto  l'interesse a farsi finanziare il suo debito a costo zero, è la Germania e quindi è una nazione canaglia, pesantemente   cointeressata nel pregiudizio sistemico nella valutazione del debito italiano, come è già avvenuto del 2011 ovvero quello di  determinare  un sovra-pregiudizio, chiesto al killer  Standard and Poor che contribuisce pesantemente a creare, attraverso una 'OPINIONE' che non è nemmeno reato come sancito da un tribunale italiano.

Tutto questo, per arrivare finalmente al punto conclusivo, che è  catastrofico, in cui  la classe politica italiana non si rende minimamente conto, che queste pratiche scorrette sin dove hanno cacciato una intera nazione, succube delle decisioni di stati apertamente canaglia che hanno interessi contrastanti in UE, perchè una UE con una Italia depotenziata economicamente  lascia campo libero alle porcate di altri stati, liberi per diritto e non è vero,  di causare i peggiori sfracelli in casa nostra.


E questo non ha nulla a che fare con l'europeismo o con il non europeismo con cui si infettano da 35 anni  le menti dei cittadini italiani che si convincono  che non avere una moneta di stato sia giusto, che se l'Italia dopo la pandemia arriverà al 200% del pil il suo debito sovrano,  sia una questione logica, quando invece è una  pura ed autentica BESTEMMIA!
Ce lo hanno dimostrato gli Americani, gli Inglesi, i cinesi, i russi e ogni altra nazione che hanno vere  e proprie  banche centrali che hanno  il compito istituzionale  di dare la massima sicurezza alle loro infrastrutture monetarie generali e quando lo fanno bene,  significa che gli Usa ad esempio, nonostante abbiano subito ammanchi per 30.000 miliardi in dollari,  dopo 11 anni sia stata in grado non solo di aver  rimpiazzato i 30 trilioni di dollari, ma sia in grado di superare anche  la crisi da covid19, mentre in UE per contratto che non esiste, sarà  o dovrà essere solo la Germania, che deve superare la crisi con il costo minore  possibile ma  a spese di ogni altro suo antagonista economico in UE, creando danni impossibili da sopportare.

Ci chiediamo ipocritamente del perchè  dei 600 euro? O dei 19 adempimenti per ottenere i 25.000 €? La risposta alle porcate ( LO SONO ASSOLUTAMENTE )  stanno tutte in questa 4a parte, ed è assurdo che per poterla definire come  una porcata,  sia stato necessario arrivare in ben 4 passaggi comunque difficili per farlo capire a chiunque legga che NON DEVE ESSERE MESSO NELLA CONDIZIONE DI  COMPRENDERLO  SOLO PERCHÉ' deve  SUBIRE IMPASSIBILE A DELLE  SOVRA DECISIONI, CHE NON HANNO ALCUN FONDAMENTO GIURIDICO E QUINDI, VANNO CONTRO GLI INTERESSI DELLO STATO ITALIANO E DEI SUOI CITTADINI.

LA  PARTECIPAZIONI AD ORGANISMI INTERNAZIONALI, A CUI E' STATA CEDUTA SCIAGURATAMENTE LA POTESTÀ SULLE DECISIONI DI CARATTERE ECONOMICO SONO FARDELLI ARTIFICIALI  E NULL'ALTRO CHE FARDELLI BUROCRATICI, PER BLOCCARE L'ECONOMIA ITALIANA PER ARRIVARE AD  AGGREDIRE I RISPARMI DEI SUOI CITTADINI.
SICCOME VERRANNO MESSI IN DIFFICOLTÀ SI DEVE OTTEMPERARE ALLA MANCANZA DI MONETA,  BRUCIANDO I RISPARMI ACCUMULATI, PERCHÉ' CON LA CRISI DEL 2011 NON CI SONO RIUSCITI IN QUANTO IL LORO OBIETTIVO ERA  COMPLETARE IL DISASTRO IN CUI AVEVANO COSTRETTO L'ITALIA ESAUTORANDO IL SUO GOVERNO LEGITTIMO.

UNA VOLTA BRUCIATI I RISPARMI SU CUI SI SPOSTANO I VALORI DEL DEBITO, MA  SENZA ELIMINARLO, BENSÃŒ PER AUMENTARLO,  I MAGGIORI  INTERESSI DA SPREAD, ANDRANNO A RENDERE MATEMATICAMENTE  IMPOSSIBILE LA SOSTENIBILITÀ.

E  ALLORA, L'UNICA POSSIBILITÀ PER USCIRE SANI E NON MACIULLATI  DALLA CRISI ECONOMICA  E' LA STAMPA DI MONETA DI STATO, SENZA ALCUN CAMBIO CON L'EURO, MEDIATE UN PODEROSO BLOCCO DEI PREZZI, PER IL TEMPO NECESSARIO PER RISTABILIRE UNA BASE PRODUTTIVA CAPACE DI RIGENERARE PIL.
MONETA DI STATO  TANTA QUANTA NE SERVE, IN MANCANZA DI QUESTA BANALE SOLUZIONE LA GERMANIA CI HA PORTATO INESORABILMENTE  AL DEFAULT, OBIETTIVO STORICO DEI TEDESCHI ATTRAVERSO UNA TRUFFA E COME ITALIANI APPARTENENTI AL POPOLO SOVRANO  DOBBIAMO IMPEDIRLO ORA!

NON E' VERO CHE BISOGNA FARE DEBITO PUBBLICO, E' VERO INVECE CHE BISOGNA STAMPARE SOLO DANARO E METTERLI NELLE CASSE DELLO STATO  ITALIANO, MONETA CHE DEVE AVERE VALENZA FISCALE E RISARCIRE SVENTURATI CITTADINI MESSI A PANE E AD ACQUA DA UNA IMMENSA PORCATA.

« Ultima modifica: Aprile 28, 2020, 01:52:18 pm da Luigi Intorcia »
cari amici, questo è un forum di Sovranità Popolare, se ti vuoi iscrivere, segui le istruzioni, se  ci mettiamo la faccia, metticela anche te! Non potranno essere iscritti anonimi con login non riconoscibili associate a mail incerte
segui a questo link  https://sovranitapopolare.net
Luigi Intorcia