Autore Topic: Astensionismo inutile contro lo "zoccolo duro"  (Letto 289 volte)

BrunoAlessandroBertini

  • Iscritti
  • Sr. Member
  • *
  • Post: 401
    • Mostra profilo
Astensionismo inutile contro lo "zoccolo duro"
« il: Agosto 17, 2022, 06:14:33 pm »
La politica di oggi, quella partitica corrotta, si basa sullo sfruttamento delle persone.
Chi vuole ottenere un risultato concreto, in questo sistema marcio fino al midollo, deve mettere in piedi una vera e propria industria dello sfruttamento.
Uno "schema Ponzi" in cui i voti sostituiscono i soldi e a fronte di migliaia di persone che faticano seguendo l'inganno di una carriera politica o la speranza di cambiare il sistema dall'interno danno modo solo a pochissimi "eletti" di accedere alle stanze del potere.
Stanze del potere che poi oggi sono diventate anticamere, visto il fatto che il vero potere ormai si è spostato in un limbo finanziario globale sviluppatosi a livello terminale.
Le regole del sistema sono queste, e garantiscono che chi arriva sia stato capace di sfruttare senza troppi scrupoli il lavoro fatto da perfetti sconosciuti o amici senza distinzioni.
Con queste caratteristiche sarà possibile integrarlo in un sistema di governo del popolo che continua con lo stesso canone.
Certamente ci sarà anche chi dice di no, chi ha una propria morale e un'etica che gli impedisce di sfruttare il suo prossimo, ma questo importa relativamente.
Quando tutti gli eletti hanno questa capacità di ritenersi superiori per diritto divino si troverà sempre una maggioranza pronta a governare sulle spalle degli altri.
E' nella loro natura e in qualche modo sono stati selezionati per questa loro convinzione.
Appare quindi chiaro quanto sia inutile astenersi dal voto visto che ognuno di essi ha creato la propria piramide di sostegno.
Come i venditori di enciclopedie degli anni 80.
Alla fine a comprarle erano gli amici e i parenti dei neo assunti, disperati, che chiedevano implorando di aiutarli per raggiungere il risultato minimo per il "bonus".
Un meccanismo tutt'oggi in uso in molti lavori che sfruttano giovani disperati.
Ogni politico che si rispetti ha quindi il suo "zoccolo duro" che non è legato al partito ma alla sua persona.
Chi sta in queste piramidi potrebbe facilmente fermarsi a ragionare e capire subito chi alla fine avrà la poltrona al senato o in regione, non certo lui.
Il sistema però è una macchina rodata che fa sentire tutti importanti e per inerzia si va avanti senza pensarci.
Ad arrivare sarà comunque solo chi sta in cima, questa è la regola.

Orazio di Bella

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 80
    • Mostra profilo
Re:Astensionismo inutile contro lo "zoccolo duro"
« Risposta #1 il: Settembre 21, 2022, 05:44:50 pm »
"Inutile" è tutto!

Trovarsi in una aristocrazia elettiva e andare a votare ... è stupido!
Trovarsi in una aristocrazia elettiva spacciata per democrazia rappresentativa ... è inutile. Anche astenersi è inutile.
Il problema è che non lo sappiamo, e nessuno saprebbe come provare, che ci stanno ingannando e non ci troviamo in democrazie!

UTILE allora sarebbe, mettersi al lavoro, e trovare le risposte!

Siamo in democrazia, si o no? Perchè???